Le Cap Corse et ses Marines

Mappa di accesso

Cap Corse
GPS : 42.833166,9.412172

Il Cap Corse è una penisola con un'area di circa 400 chilometri quadrati situata a nord-est della Corsica.
Nell'antichità, il paese era chiamato Sacrum Promuntorium.
Diventerà nel Medioevo un territorio signorile e sarà diviso in cantoni con la Rivoluzione.

I porti
Semplici luogi permettere ai battelli di ancorare o piccoli porti di pesca, conferiscono al litorale il suo vero carattere.
Nella storia molti artisti se ne sono innamorati.
Questi porticcioli sono stati costruiti, per la maggior parte, a partire dal XVI secolo, da uomini che avevano con il mare un rapporto privilegiato e complesso...
Lungo la costa da Bastia a Saint-Florent ne troviamo i seguenti: Petra Nera e Grisgione, Miomu, Lavasina e Erbalunga, Marina di Siscu, Marina di Petracurbara, Portichjolu, Santa Severa, Marina di Meria, Macinaghju, Barcaghju et Tollare, Marina di Centuri, Mute, Scalu, Ghjottani, Scala et Cannelle, Albu, Negru e Marina di Ferringule.
Ogni comune (ad eccezione di Olcani) ha uno sbocco sul mare, un'importante apertura per commerciare con la terraferma italiana o francese.
Non sempre furono abitati in modo permanente.
Sono oggi molto popolari, grazie anche ai visitatori estivi più fedeli.
Le case si affacciano sulle banchine e sulle piccole dighe, mentre le torri di avvistamento le proteggono, spesso nelle vicinanze.